Picture
Come prima informazione logistica, portatevi la tenda…

per il resto,
nel sito http://www.roma5stelle.org/ abbiamo predisposto un forum "parlamento pulito" (http://www.roma5stelle.org/open-forum.html) per rispondere alle domande di carattere sia generale che particolare.
Contiamo sulla collaborazione di ognuno per la migliore diffusione di questo post, inoltre, se vorrai dare una mano puoi segnalarlo direttamente qui, oppure nella sezione del forum predisposta: http://www.roma5stelle.org/open-forum/forum.html?id=14

Alcune info valide per tutti:

TRASPORTI
segnala il tuo pullman in partenza: http://www.roma5stelle.org/open-forum/topic.html?id=49

. per chi arriva in treno: http://www.roma5stelle.org/open-forum/topic.html?id=33

. per chi arriva in automobile: http://www.roma5stelle.org/open-forum/topic.html?id=40

. per chi arriva in pullman: http://www.roma5stelle.org/open-forum/topic.html?id=41

. per chi arriva in aereo: http://www.roma5stelle.org/open-forum/topic.html?id=44

(chi arriva in nave a Fiumicino può riferirsi alle stesse indicazioni di chi arriva in aereo. Per chi arriva in nave a Civitavecchia conviene prendere il treno per Termini)

CAR POOLING (segnala se hai posti liberi in auto!!):
. zona sud Italia: http://www.roma5stelle.org/open-forum/topic.html?id=31
. zona centro Italia: http://www.roma5stelle.org/open-forum/topic.html?id=30
. zona nord Italia: http://www.roma5stelle.org/open-forum/topic.html?id=29

OSPITALITA'
. Camping, Ostelli, Hotel: http://www.roma5stelle.org/open-forum/topic.html?id=14
. Ospitalità privata: http://www.roma5stelle.org/open-forum/topic.html?id=32 (si prega i romani di inserire la propria disponibilità nei giorni dal 6 sett. al 12, anche giornaliera)


Qui invece puoi segnalare qualsiasi cosa di cui tu abbia bisogno, per quanto possibile cercheremo di soddisfarla: http://www.roma5stelle.org/open-forum/forum.html?id=4


Infine, in contatto con altri 5 stelle di tutta Italia, oltre alle iniziative del 16 aprile scorso, ne stiamo proponendo altre per i giorni precedenti e successivi al 10 settembre in modo da coinvolgere in piazza quanti più Cittadini possibili.
Dopo esserti registrato al sito, per partecipare all'ideazione/realizzazione, puoi richiedere accesso in questa sezione*: http://www.roma5stelle.org/open-forum/topic.html?id=12&p=3
N.b. (*): per garantire "l'effetto sorpresa" di ogni iniziativa che porteremo in piazza, l'accesso è riservato fino alla data in cui tutti insieme decideremo di renderne pubblico ogni contenuto.
Potranno quindi partecipare gli attivisti del Movimento 5 stelle provenienti da altre città, purché conosciuti. Ci scusiamo con tutti gli altri ma rispetto alla buona fede di ognuno non abbiamo altra garanzia oltre questa modalità, scelta in maniera condivisa con tutti i partecipi finora presenti. Ognuno potrà comunque contribuire con idee nella sezione in chiaro (http://www.roma5stelle.org/open-forum/topic.html?id=45) e partecipare in piazza agli appuntamenti indicati, dove ogni Cittadino verrà invitato a proporre la sua idea per una Italia migliore: http://www.roma5stelle.org/open-forum/topic.html?id=46

 
 
Il 29 giugno 2011, alcuni attivisti del movimento cinque stelle di Roma, sono andati a intervistare Carlo Vizzini, presidente della commissione affari costituzionali.
Le domande sono state selezionate chiedendo agli iscritti della pagina facebook
Dove sono le 350.000 firme? di formularle e votarle,
tenendo conto di quanto risposto dall' onorevole Lucio Malan , relatore della commissione affari costituzionali ,
alla sollecitazione dei cittadini di parlamento pulito che chiedevano il punto della situazione per
la discussione e votazione della proposta di legge.

Questa la video intervista in versione integrale :



 
 
Picture
(ANSA) - LECCE, 25 GIU - In Italia e' sempre piu' evidente uno scollamento tra la classe dirigente e la popolazione, e piu' si rafforza questo scollamento meno credibilita' avranno i partiti'. Il presidente del Senato Renato Schifani lancia un monito bipartisan. 'Tutti, maggioranza e opposizione - afferma - siamo chiamati, in questo momento non semplice, ad avere e dimostrare responsabilita'', dobbiamo farcela. 'Il Paese ha bisogno di nuovi obiettivi'. E aggiunge: dobbiamo cambiare la politica dal profondo.


http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/politica/2011/06/25/visualizza_new.html_812918002.html

E subito dopo , a intervento concluso , questo è quanto che succede a chi chiede spiegazioni di dove siano le 350000 firme
della proposta di legge Parlamento Pulito.



 
 
Da martedì 7 Giugno è stato chiesto ai cittadini per un parlamento pulito di inviare una mail di sollecito per la discussione e votazione della proposta di legge di ininiziativa popolare.
Questo il testo della mail suggerito :


Buonasera , mi chiamo [nome cognome],

uno dei firmatari della proposta di legge nota come parlamento pulito.

Le firme furono raccolte l' otto settembre del 2007.

Essa chiedeva :

- no condannati in via definitiva

- due legislature

- ritorno al voto di preferenza.

Quale cittadino firmatario chiedo ai qui presenti membri della commissione affari costituzionali ,

come mai la discussione , dopo 3 anni circa dalla consegna delle firme in senato,

sia ancora in corso .

La materia trattata è di particolare difficoltà tecnica?

C’è forse il timore di esprimersi in modo chiaro e netto con un‘ eventuale esito negativo ?

Mi farebbe piacere avere una risposta sui tempi previsti per la votazione finale,

oppure che si dichiarasse che non c' è intenzione alcuna dei qui presenti di portarla

al voto in senato, nel caso mi farebbe piacere sapere le motivazioni.

Grazie.

Distinti saluti

Nome e Cognome.


Questa la risposta di Lucio Malan , portavoce della commissione affari costituzionali :

Su questo link potete seguire l’iter della proposta in questione, che è stata congiunta alle numerose altre in materia elettorale.
http://www.senato.it/leg/16/BGT/Schede/Ddliter/comm/29623_comm.htm
Ovviamente si tratta di argomenti complessi, come vedete dalle numerose proposte. Ritengo che nelle prossime settimane ci sarà l’indicazione del testo base.
La mia opinione sulle vostre proposte, la potete leggere sul sito di Beppe Grillo. Ma, nel disegno di legge governativo contro la corruzione, che stiamo esaminando proprio in questi giorni in aula, ho presentato un emendamento il 10.251, volto ad estendere i casi di ineleggibilità e incompatibilità a parlamentare a coloro che hanno sentenze definitive di condanna per determinati reati.
http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Emend&leg=16&id=575099&idoggetto=584053
Cordiali saluti
 
Lucio Malan

Senato della Repubblica
Senatore Segretario Lucio Malan
 
 
Picture
Il 12 e il 13 giugno , giorni di votazione per il referendum per dire
no al ritorno al nucleare, al legittimo impedimento e alla privatizzazione
della gestione dell' acqua., si avvicinano sempre piu'.
Sostieni la campagna referendaria inviandoci una foto con le bandiere
a favore a sostegmo della vittoria dei sì ( per dire no).
Invia la tua foto a : parlamentopulito@gmail.com.
La pubblicherermo QUI.
Per ordinare i gadget per la campagna a favore del referendum sul nucleare cliccare QUI.
Per quelli dei comitato acqua pubblica QUI.

 
 
Picture
L’8 Settembre 2007,  in un solo giorno, 350.000 cittadini firmarono la proposta di iniziativa popolare “PARLAMENTO PULITO”

1. via dal Parlamento i condannati in via definitiva

2. limite di due mandati

3. reintroduzione della preferenza diretta

NON POSSONO IGNORARCI, NON POSSONO FAR FINTA DI NIENTE !

Dove sono finite le firme ? La casta risponda !

Cittadini,  comitati, movimenti e meetup  uniamoci  SABATO 7 MAGGIO in Piazza S. Croce a Firenze dalle ore 10,00

Alle ore 16,00 Social  Happening ESILIAMO I POLITICI CORROTTI, INTEGRIAMO GLI IMMIGRATI

Questo Paese è nostro e ce lo riprenderemo !


 
 
Picture

Mentre i cittadini in tutte le piazze d'Italia manifestano per un Parlamento Pulito e per la pulizia della politica, scopriamo man mano chi hanno candidato i due comitati d'affari PDL e PDmenoL. Certo non sono condannati, tanto meno in via definitiva, ma è sempre con un certo sgomento che vediamo che avere procedimenti penali in corso può aiutare a fare carriera in politica....

Partiamo dalla Campania:


Campania, ecco gli impresentabili in lista - da il fattoquotidiano.it


Il caso Napoli: alcuni accusati per collusione con la camorra, altri indagati per riciclaggio

Altro che liste pulite. A setacciare le candidature delle amministrative in Campania scovi di tutto: arrestati per collusioni con la camorra, indagati per riciclaggio, ex ministri rinviati a giudizio, sindaci che collezionano inchieste e processi come fossero tappi di birra. E sullo sfondo le moine di sempre, di chi a parole censura l’arrivo di quei voti e nei fatti se ne servirà: io non sapevo, io mi dissocio, se vinco grazie a lui mi dimetto.
Lo disse anche il Governatore Stefano Caldoro l’anno scorso, quando gli infilarono di soppiatto in una lista alleata un condannato in primo grado per camorra, che peraltro è stato pure eletto e tra poco potrebbe essere reintegrato in consiglio regionale. Senza che nessuna testa sia saltata.

Da chi cominciamo? Il caso del momento è la presenza di Achille De Simone, consigliere comunale uscente, come capolista di Alleanza di Centro, una delle 11 liste a sostegno del candidato sindaco Pdl di Napoli Gianni Lettieri. Il Gip Antonella Terzi nell’ordinarne l’arresto il 26 novembre del 2009 commentò così la partecipazione di De Simone a un incontro in cui una donna del clan Sarno minacciava l’animatore di un movimento antiracket: “Autentico raccapriccio, è forse l’episodio più intriso di mentalità malavitosa, inquinato dal concorrente apporto dell’inqualificabile De Simone”. Inqualificabile per il giudice, ma non incandidabile per la politica napoletana. Anche se Lettieri ne ha preso le distanze, invitandolo a ritirarsi e annunciando di essere sin da ora dimissionario se i voti di De Simone saranno determinanti per la sua elezione. Pionati, il capo dell’Adc, ha definito il suo inserimento in lista “un errore di distrazione”. Mannaggia.

Ma non è l’unica candidatura che fa discutere. Nel Pdl di Napoli è in corsa Maurizio Matacena, commercialista, indagato per riciclaggio in concorso col senatore e sindaco Pdl di Afragola Vincenzo Nespoli, per il quale pende un’ordinanza di arresto fermata dal Parlamento. Matacena è accusato di aver fatto sparire circa 300mila euro nell’ambito delle indagini sulla bancarotta fraudolenta degli istituti di vigilanza riconducibili a Nespoli e sul dirottamento dei loro fondi verso alcune speculazioni immobiliari di Afragola.

Nella lista azzurra c’è pure Marco Nonno, consigliere uscente An. É imputato per concorso in devastazione, per aver coordinato la guerriglia urbana che impedì la riapertura della discarica di Pianura. Vicenda per la quale ha trascorso 13 mesi agli arresti, tra carcere e domiciliari. In questi giorni Nonno ha presentato un libro dove racconta la sua versione su Pianura. È un collezionista di armi antiche e il suo manifesto elettorale lo ritrae con l’elmetto in testa. “Per Pianura – spiega – ho combattuto”.

Qualche problemino giudiziario lo hanno anche alcuni candidati sindaci. Clemente Mastella (Popolari-Udeur) è fresco di rinvio a giudizio per la compravendita della casa di Largo Arenula a Roma, immobile che era nella disponibilità dell’Udeur (ospitava la redazione de Il Campanile) ma che attraverso un tortuoso giro di cessioni azionarie è stato intestato ai suoi figli. L’ex Guardasigilli è stato però assolto dalle accuse di associazione per delinquere: il giudice ha detto no al teorema partito-clan. Luigi De Magistris (Idv-Federazione della Sinistra) ha una richiesta di rinvio a giudizio a Roma per alcune presunte anomalie sulla gestione dei tabulati telefonici nel corso delle inchieste condotte dai pm a Catanzaro. Ma va ricordato che per simili anomalie Genchi è già stato assolto. Peraltro, non si tratta di reati comuni o a scopo di lucro ma contestati per via delle legge Boato del 2003, che si presta a varie interpretazioni. De Magistris poi è stato assolto poche settimane fa a Salerno da una fastidiosa accusa di omissione d’atti d’ufficio per l’accusa – caduta – di non aver indagato a dovere su una denuncia. C’è poi Lettieri (Pdl), che è sotto processo a Salerno per truffa e falso per la delocalizzazione in zona Asi di una delle sue aziende, la Manifatture Cotoniere Meridionali di Salerno. Prossima udienza, 7 giugno. La prescrizione è vicinissima: i fatti risalgono alla prima metà degli anni 2000.

In caso di vittoria di Lettieri a Napoli e del Pd Vincenzo De Luca a Salerno, si realizzerebbe una singolare coincidenza: due sindaci di due città capoluogo della Campania, imputati nello stesso dibattimento e per lo stesso fatto. De Luca il regista della variante urbanistica ritenuta illegittima, Lettieri l’utilizzatore finale, secondo la Procura. De Luca, che si candida a un secondo mandato consecutivo (sarebbe il quarto negli ultimi 18 anni) deve difendersi in un secondo processo per un’altra variante, la trasformazione dell’ex Ideal Standard in un Parco Marino da realizzare con capitali emiliani. Tra le accuse, quella di tentata concussione. Il dibattimento prosegue il 9 maggio. La prescrizione è vicina anche qui. C’è pure una recente inchiesta del pm di Salerno Roberto Penna che contesta a De Luca il peculato per un incarico assegnato al suo fedelissimo dirigente Alberto Di Lorenzo. Si tratta di una nomina firmata dal sindaco nella sua qualità di commissario governativo per la realizzazione del termovalorizzatore (ora non lo è più). L’inchiesta è praticamente finita, si attendono le determinazioni della Procura.

Torniamo a Mastella, un nome che ricorre quando si scrive di politica e inchieste giudiziarie. A Benevento si candida al consiglio comunale l’assessore uscente Aldo Damiano. Fa parte di una lista civica a sostegno del candidato sindaco Pd, l’uscente Fausto Pepe, sfiduciato in extremis per impedirgli di fare campagna elettorale da primo cittadino in carica. Pochi giorni fa Damiano è stato raggiunto da un avviso concluse indagini per corruzione in concorso con il presidente del Palermo Maurizio Zamparini e con i coniugi Clemente e Sandra Mastella. Secondo l’accusa, da assessore all’Urbanistica in quota Udeur nella giunta del 2006, Damiano avrebbe concesso corsie preferenziali non dovute alla realizzazione del centro commerciale ‘I Sanniti’, realizzato da Zamparini, nello stesso periodo in cui dal conto corrente dell’imprenditore friuliano della grande distribuzione partiva un bonifico di 50.000 euro per l’associazione culturale ‘Iside Nova’, presieduta dalla signora Mastella. Per il pm quel bonifico era una tangente e Mastella ha parlato di ‘singolare coincidenza’ tra la notifica dell’avviso e l’ufficializzazione formale della sua candidatura a sindaco di Napoli. Che però aveva annunciato con sei mesi di anticipo. Ma il record di inchieste forse lo detiene Gennaro Cinque. Il sindaco Pdl di Vico Equense si ricandida a dispetto di quattro richieste di rinvio a giudizio per reati che vanno dall’abuso d’ufficio all’omissione d’atti d’ufficio. Più una quinta indagine – ma il fascicolo è ancora aperto – per omissione d’atti d‘ufficio.

da il Fatto quotidiano del 24 aprile 2011

 
 
altri contributi da tutta Italia qui
 
 
Picture


Trovate i contributi della varie città d' Italia cliccando QUI