Picture
Come già in fase di raccolta sottoscrizioni, ribadiamo la critica sollevata ai referendum elettorali pochi giorni fa bocciati in consulta.

Questi referendum sono stati proposti ad arte dai partiti politici per impedire all'altro referendum popolare che reintroduceva le preferenze e il proporzionale puro
di raggiungere le 500 mila firme.



Se fossero stati accolti questi referendum, si sarebbe tornati al vecchio “Mattarellum”, sistema misto proporzionale-maggioritario, per cui si sarebbero assegnati 3/4 dei seggi con un sistema uninominale, con un solo candidato scelto non dal segretario di partito, ma dalla coalizione tutta.



Peggiorativo pure delle liste bloccate del "Porcellum". Un quarto solo dei seggi sarebbe stato determinato con le preferenze.



Ribadiamo che la nostra proposta di legge elettorale è quella presentata nel 2007 tramite legge di iniziativa popolare, in cui reintroducevamo le preferenze, vietavamo ai condannati di candidarsi e limitavamo a due i mandati espletabili dai parlamentari in modo da ridurre la lottizzazione clientelare dei partiti, legge sottoscritta da oltre 350 mila italiani. Purtroppo giace indiscussa in un cassetto della Commissione Affari Istituzionali e scadrà a fine legislatura.


Che il Parlamento la discuta per prima, poi si potrà ragionare di proporzionale o maggioritario.

Davide Bono
Presidente gruppo consiliare regionale
MoVimento 5 Stelle - Beppe Grillo



This is your new blog post. Click here and start typing, or drag in elements from the top bar.
 


Comments




Leave a Reply